Quanto è importante monitorare la frequenza cardiaca durante l’esercizio fisico?

Se sei stato in palestra di recente, potresti aver visto altri esercitanti che prendono il loro impulso. Se è così, si potrebbe essere chiesto quanto sia importante il monitoraggio cardiaco quando si esercita e se si ferma abbastanza a lungo per controllare la frequenza cardiaca è valsa la pena. È. Tenere traccia della frequenza cardiaca può contribuire a garantire il massimo allenamento possibile.

La frequenza cardiaca target è il numero di battiti al minuto che dovresti puntare durante l’allenamento. È una percentuale della frequenza cardiaca massima, il numero di battiti al minuto non dovresti mai superare. I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie raccomandano di esercitare al 70-85 per cento della frequenza cardiaca massima se siete in buona forma fisica ma attaccate al 40-50 per cento se non siete in forma o sono nuovi da esercitare. È possibile trovare la frequenza cardiaca target utilizzando calcolatrici come quelle fornite dalla American Cancer Society.

Il monitoraggio della frequenza cardiaca ti aiuta a evitare la sottrazione, che sta lavorando ad un’intensità troppo bassa. Se si sottrae, non brucia abbastanza calorie per perdere peso – se questo è uno dei tuoi obiettivi – e non farai abbastanza sforzo per costruire forza e resistenza cardiovascolare. Se stai pagando per un abbonamento di palestra, sottrazione significa perdere soldi e tempo.

Monitorando la frequenza cardiaca ti aiuta anche a evitare l’allenamento, o troppo duro per il tuo livello di forma fisica. Se si esegue troppo duro, si mette a rischio di problemi di salute. Ad esempio, potresti diventare disidratato, causando la caduta della pressione sanguigna, facendoti capogiro e mettendovi a rischio per le lesioni di caduta. L’overtraining cronico può aumentare la tua suscettibilità alle infezioni e al dolore cronico, secondo il Consiglio Americano sull’Esercitazione.

Per prendere il tuo impulso, gli Istituti Nazionali di Salute raccomandano di utilizzare il polso. Posizionare due dita sul polso sotto la base del pollice, contare i battiti per 10 secondi, quindi moltiplicare per sei per ottenere la frequenza cardiaca al minuto. Se non sei bravo a matematica mentale, puoi contare il tuo impulso per sei secondi e moltiplicarlo per 10. Se non vuoi fermare l’allenamento per prendere il tuo impulso, puoi investire in un monitor di frequenza cardiaca o utilizzare il ” Test di conversazione. ” Quando si lavora ad intensità moderata, si dovrebbe parlare, ma non cantare.

La frequenza cardiaca target

Problemi di sottosterzo

Problemi di allenamento

Come prendere il tuo impulso