Mangiare aglio crudo e botulismo

Le lampadine di aglio possono raccogliere i batteri che causano botulismo dal suolo. Il deposito di aglio o di qualsiasi altra verdura a basso contenuto di acido in condizioni di ossigeno a temperatura ambiente può incoraggiare la crescita delle tossine responsabili del botulismo alimentare, una malattia pericolosa. Mangiare aglio crudo non costituisce un pericolo, ma la conservazione per uso successivo potrebbe, se si mescola con olio e mantenerlo a temperatura ambiente.

Botulismo

Clostridium botulinum è un batterio che forma spore comunemente presente nella natura. Quando le condizioni sono giuste, crescerà e produce una potente neurotossina. Il batterio richiede un ambiente privo di ossigeno, umidità, temperatura ambiente e bassa acidità per prosperare. L’aglio è solo uno dei tanti alimenti che sono stati colpiti per i focolai di botulismo alimentare. I beni in scorta ingiusta, i pesci affumicati e anche le patate al forno avvolte in fogli hanno recuperato la pericolosa tossina.

Malattia dovuta al Botulismo

L’infezione da botulismo è rara ma molto pericolosa. Solo una piccola quantità della tossina prodotta da C. botulinum può rendere molto ammalato. I sintomi includono visione offuscata, vertigini, difficoltà a deglutire o parlando e paralisi. Lasciato non trattato, può essere fatale.

Aglio e botulismo

Spore botulismo si verificano comunemente in natura e si trovano nel suolo. Poiché le lampadine di aglio crescono sotterranee, possono facilmente raccogliere spore botulismo. C. botulinum sull’aglio non costituisce una minaccia finché non cresce in un ambiente senza aria, umido e caldo, producendo la neurotossina.

Il problema con l’aglio in olio

Negli anni ’80, i funzionari della salute tracciarono diversi epidemie di botulismo a base di alimenti ad aglio impropriamente conservato in olio. Mescolando l’aglio con l’olio taglia l’alimentazione dell’aria all’aglio, creando le condizioni anaerobiche che le spore botuliniche amano. Dopo gli epidemie, l’U.S. Food and Drug Administration ha richiesto ai processori alimentari di aggiungere acidi alle miscele di aglio-olio per inibire la crescita dei batteri.

Mangiare aglio crudo da solo non costituisce una minaccia di botulismo, in quanto è esposto all’aria. Né aglio l’aglio in olio, né mescolando l’aglio crudo e l’olio e usando subito. Per conservare l’aglio, è possibile metterlo in aceto, che ha un alto contenuto acido che inibirà la crescita del botulismo. Tuttavia, è ancora meglio refrigerare, che lo lascia mantenere fino a quattro mesi.) È possibile tagliare l’aglio e congelarlo, semplice o con olio. Se stai mescolando l’aglio e / o le erbe con olio, fare un piccolo batch, refrigerare e utilizzare entro una settimana. Non conservare mai l’aglio con olio a temperatura ambiente e non tenerlo troppo a lungo nel frigorifero. Il raffreddamento dell’olio rallenta, ma non interviene completamente, la crescita delle tossine botuliniche. Meglio ancora, utilizzare olii commercialmente preparati con aglio.

Prevenzione