Glutammina per le donne

La glutammina, un abbondante aminoacido, aiuta a regolare la funzione cellulare, rafforza il sistema immunitario e contribuisce alla funzione del cervello. Come altri aminoacidi essenzialmente essenziali, la glutammina è un blocco di costruzione di proteine ​​prodotta dal corpo e ottenuta mediante alimenti ricchi di proteine. Sebbene il corpo umano in genere produce abbastanza glutammina, può essere necessaria una supplementazione in determinate situazioni mediche. Consultare un esperto di salute prima di assumere glutammina o qualsiasi altro integratore alimentare.

Identificazione

La glutammina svolge un ruolo chiave in un sistema immunitario sano, fornisce carburante per le cellule che allineano il tratto digestivo e promuove la sintesi proteica nel corpo. Prodotta nei polmoni, l’amminoacido viene conservato sia nei muscoli che nei polmoni. La glutammina aiuta anche a eliminare l’ammoniaca dal corpo e protegge il sistema digestivo da batteri infettivi. Le fonti dietetiche contenenti l’amminoacido includono pollame, maiale, carne rossa, cavolo, spinaci, germe di grano, prodotti lattiero-caseari e prezzemolo. Gli integratori di glutammina sono disponibili singolarmente o come parte integrante di integratori proteici. Negozio di alimenti naturali vendono questi supplementi in forma liquida, compressa o polvere.

Benefici

Gli integratori di glutammina possono ridurre il tasso di infezione e di morte associati a traumi e malattie critiche rafforzando il sistema immunitario. Secondo uno studio pubblicato nel 2001 nella rivista “Journal of Nutrition”, la produzione di proteine ​​supplementari a base di glutammina ha ridotto l’infezione associata a determinati interventi chirurgici e ha abbreviato la durata di un giorno dell’ospedale a seguito di una chirurgia elettiva o di un infortunio accidentale. L’integrazione di glutammina può anche ridurre il rischio di infezione negli atleti che partecipano agli sport di resistenza. È necessaria una ricerca scientifica per determinare gli effetti del supplemento dopo un evento atletico. Il supplemento può ridurre gli effetti collaterali associati ai trattamenti del cancro e si mescolano le prove scientifiche sull’efficacia della glutammina. Uno studio del 2001 pubblicato in “Gut” ha scoperto che una dose giornaliera di glutammina ha migliorato la funzione digestiva, mentre la ricerca eseguita nel 1997 pubblicata sul “Journal of Nutrition” indica che la glutamina non è riuscita a ridurre i sintomi di diarrea associati alla chemioterapia per il cancro al seno avanzato.

Effetti collaterali

Anche se gli integratori di glutammina sembrano essere sicuri per le donne a consumare senza preoccupazione, alcuni effetti collaterali possono verificarsi a causa di prendere il supplemento. Smettere di prendere il supplemento e contattare il medico se si verificano gravi effetti collaterali come l’infezione vaginale, il dolore al seno nelle femmine, il vomito, la febbre, la depressione, la nausea, l’edema, il dolore al torace o la vertigini. Gli integratori di glutammina potrebbero anche causare una grave reazione allergica. Se si riscontra difficoltà respiratorie, orticaria o la chiusura della gola, richiedere immediata assistenza medica.

avvertimento

Evitare gli integratori di glutammina se soffrite di malattie renali, malattie epatiche o sindrome di Reye, una malattia rara che colpisce gravemente il fegato e il cervello. Il supplemento può interagire con alcuni farmaci e trattamenti medici e dovrebbe essere utilizzato solo sotto la guida di un professionista sanitario qualificato. Mantenere gli integratori di glutammina in una zona fresca e secca lontano da un calore eccessivo che danneggia l’amminoacido. Le madri incinte o infermieristiche non devono assumere integratori di glutammina.