Fa sangue sottile dell’olio di pesce e diventa pericoloso con l’aspirina?

Se prendi qualsiasi farmaco, prescrizione o over-the-counter, è saggio sapere se gli integratori che prendete o gli alimenti che mangiate interagiranno negativamente. Per quanto riguarda l’olio di pesce, una leggera causa di preoccupazione esiste perché l’olio di pesce esercita un lieve effetto sanguigno. L’olio di pesce contiene acidi grassi omega-3 essenziali, che aiutano a proteggere il tuo cuore promuovendo livelli di colesterolo sani. Inoltre, l’olio di pesce esercita un effetto antinfiammatorio alterando la produzione di prostaglandine del corpo, che sono sostanze chimiche coinvolte nell’infiammazione.

Giocandolo sicuro

Dosi tipiche dell’olio di pesce sono 3 grammi a 9 grammi al giorno, secondo il New York University Langone Medical Center. Dai due grassi omega-3 primari, DHA e EPA, trovati nell’olio di pesce, le prove suggeriscono che DHA è più responsabile della diradamento del sangue, secondo NYU Langone. In un caso raro, l’olio di pesce ha rafforzato l’effetto del warfarin, un farmaco che sottolinea il sangue. Dato che l’aspirina è sottoposta al sangue, c’è stata preoccupazione per una possibile interazione con l’olio di pesce. Quando assunto con l’aspirina, tuttavia, l’olio di pesce non sembra provocare problemi di sanguinamento. Tuttavia, consultare il proprio medico prima di prendere l’olio di pesce, se si ha un rischio di sanguinamento aumentato.